L’Iran è pronto ad attaccare ancora: le truppe degli Stati Uniti se ne andranno dall’Iraq?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  L’Iraq si sta preparando alla grande manifestazione di venerdì 24 gennaio che vedrà la partecipazione di un milione di dimostranti mobilitati dal leader sciita (iracheno) Moqtada al-Sadr. Sarà una dimostrazione di solidarietà a chi sta chiedendo con insistenza il ritiro immediato della coalizione a guida americana e […]

Read More L’Iran è pronto ad attaccare ancora: le truppe degli Stati Uniti se ne andranno dall’Iraq?
Advertisements

Ritiro immediato degli Stati Uniti dall’Iraq per le loro violazioni dell’accordo e della sovranità del paese

  Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi Il parlamento iracheno ha deciso di chiedere il ritiro immediato di tutte le truppe straniere attualmente presenti nel paese perché non hanno rispettato le condizioni che regolano la loro presenza. Gli Stati Uniti hanno infranto gli obblighi del contratto stipulato con il governo di Baghdad e […]

Read More Ritiro immediato degli Stati Uniti dall’Iraq per le loro violazioni dell’accordo e della sovranità del paese

Gli effetti dell’assassinio di Soleimani sull’Iran e sull’ ”Asse della Resistenza”

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi   Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump dava l’ordine di uccidere il comandante dell’ “Asse della Resistenza”, il generale della brigata Gerusalemme dell’ IRGC ( Corpo delle Guardie della Rivoluzione Iraniana) Sardar Qassem Soleimani,  all’aeroporto di Baghdad senza prendere in considerazione più di tanto le […]

Read More Gli effetti dell’assassinio di Soleimani sull’Iran e sull’ ”Asse della Resistenza”

L’Iraq, il prossimo terreno di scontro

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice censi Fonti molto ben informate presso l’ufficio del primo ministro iracheno Adel Abdel Mahdi pensano che “ gli Stati Uniti non abbiano nessuna intenzione di ottemperare alle richieste del governo iracheno e del parlamento. Cercano la guerra e vogliono trasformare l’Iraq in un campo di battaglia rifiutandosi […]

Read More L’Iraq, il prossimo terreno di scontro

Sta per nascere un Nuovo Medio Oriente “fabbricato in Iran”

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi E’ un po’ presto per dire che gli Stati Uniti se ne andranno dal Medio Oriente. Di sicuro dopo l’assassinio del generale iraniano Qassem Soleimani la loro influenza si sta indebolendo  parecchio. E tutto questo non sarebbe successo se non ci fosse stato il contributo (in)diretto […]

Read More Sta per nascere un Nuovo Medio Oriente “fabbricato in Iran”

Gli attacchi contro le basi degli Stati Uniti in Iraq, i messaggi tra le righe e le conseguenze

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Appena dopo mezzanotte i missili balistici iraniani “Fateh 313” hanno colpito due basi militari in Iraq che ospitano un numero rilevante di soldati statunitensi e di altre nazioni alleate. L’attacco avveniva come ritorsione per l’assassinio del generale iraniano della brigata Gerusalemme dell’ IRGC ( Corpo delle […]

Read More Gli attacchi contro le basi degli Stati Uniti in Iraq, i messaggi tra le righe e le conseguenze

La frammentazione nell’ “Asse della Resistenza” ha causato la morte di Soleimani

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi Non è stata la decisione degli Stati Uniti di lanciare i missili contro il brigadiere generale dell’IRGC Qassem Soleimani a  uccidere lui e i suoi accompagnatori a Baghdad. E’ ovvio che l’ordine di sparare questi missili (da due droni) che avrebbero distrutto le due macchine su […]

Read More La frammentazione nell’ “Asse della Resistenza” ha causato la morte di Soleimani

Cosa succederà dopo l’assassinio di Qassem Soleimani? Le varie possibilità

  Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai  Tradotto da Alice Censi  Non era nei piani degli Stati Uniti l’eliminazione del vice comandante di Hashd al-Shaabi, Abu Mahdi al-Muhandes,  assassinato insieme al brigadiere generale iraniano Qassem Soleimani giovedì alle 23 all’aeroporto di Baghdad. Solitamente quando Soleimani arrivava a Baghdad il comandante della sicurezza Abu Zeinab al-Lami, un […]

Read More Cosa succederà dopo l’assassinio di Qassem Soleimani? Le varie possibilità

Come gli Stati Uniti sono vittime delle loro stesse macchinazioni in Iraq e delle pie illusioni dei loro “esperti”

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Gli Stati Uniti d’America sono caduti in una trappola che loro stessi hanno fabbricato con la politica della disinformazione e quello che divulga uno dei loro più importanti centri studi strategici, un gruppo di esperti neo conservatori che promuove la guerra all’Iran, lo dimostra. Durante le prime […]

Read More Come gli Stati Uniti sono vittime delle loro stesse macchinazioni in Iraq e delle pie illusioni dei loro “esperti”

L’alleanza tra Iran, Russia e Cina porrà fine all’egemonia unilaterale degli Stati Uniti nel mondo.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Le esercitazioni trilaterali , denominate “ cintura di sicurezza marina”, che vedono impegnati per quattro giorni la Cina, la Russia e l’Iran nel golfo dell’Oman e nell’Oceano Indiano lasceranno un segno indelebile in Medio Oriente nei decenni a venire. Indicano infatti che l’egemonia degli Stati Uniti e […]

Read More L’alleanza tra Iran, Russia e Cina porrà fine all’egemonia unilaterale degli Stati Uniti nel mondo.

L’Iraq a un bivio: il primo ministro al-Suheil o il presidente Salih dovranno dare le dimissioni

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi L’Iraq si trova di fronte a un inevitabile bivio a causa del serio conflitto in corso tra la coalizione parlamentare sciita e il presidente Barham Salih. La crisi potrebbe risolversi proprio  domenica, il giorno in cui il presidente Salih annuncerà il nome del nuovo primo ministro, un nome […]

Read More L’Iraq a un bivio: il primo ministro al-Suheil o il presidente Salih dovranno dare le dimissioni

Il Libano è sull’orlo del caos? E il caos in Libano potrebbe essere utile all’Occidente e a Israele?

Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi “ Con il segretario di stato Pompeo ho discusso dei tre  argomenti di maggior rilievo: l’Iran, l’Iran e l’Iran”, ha detto il primo ministro Benyamin Netanyahu la scorsa settimana a Lisbona.  “ Noi siamo con la popolazione del Libano nella sua lotta contro la corruzione e il terrorismo. […]

Read More Il Libano è sull’orlo del caos? E il caos in Libano potrebbe essere utile all’Occidente e a Israele?

Israele pensa che una guerra con l’Asse della Resistenza sia una passeggiata?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi “ Non c’è alternativa alla guerra e quando accadrà sarà una  guerra su larga scala”. Questo è quanto ha sostenuto, con convinzione, uno di quelli che prendono le decisioni all’interno dell’ “Asse della Resistenza”. Potrebbe però non avvenire in tempi stretti come invece annuncia ripetutamente il primo ministro […]

Read More Israele pensa che una guerra con l’Asse della Resistenza sia una passeggiata?

Che risultati hanno raggiunto gli Stati Uniti e i dimostranti nei confronti dell’Iran e dei suoi alleati in Libano?

By Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi E’ ormai da parecchie settimane che una parte notevole della popolazione libanese è in rivolta contro i leader politici di vecchia data, una ribellione che è stata in grado di mettere in subbuglio il corrotto sistema politico del paese. Quelli che hanno governato il Libano per […]

Read More Che risultati hanno raggiunto gli Stati Uniti e i dimostranti nei confronti dell’Iran e dei suoi alleati in Libano?

Chi prende l’iniziativa e chi è in grado di mobilitare la popolazione nelle strade dell’ Iraq?

Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi Non ci sono molti dubbi sul fatto che Moqtada al-Sadr abbia il controllo di quello che avviene nelle strade dell’Iraq e sia capace, quando vuole, di rendere violente delle proteste iniziate pacificamente. Nonostante la presenza di tanti altri attori meno importanti e di coloro le cui richieste di […]

Read More Chi prende l’iniziativa e chi è in grado di mobilitare la popolazione nelle strade dell’ Iraq?

Il Libano rischia l’esplosione: finora rinviata ma fino a quando?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  L’Europa è preoccupata per la crisi politica che sta investendo  il Libano e per le conseguenze che potrebbero esserci se esplodesse un conflitto nel paese. Anche se gli stati europei, a differenza degli Stati Uniti, non hanno interessi strategici nel Paese dei Cedri, una guerra civile comporterebbe […]

Read More Il Libano rischia l’esplosione: finora rinviata ma fino a quando?

Iran, Russia, Cina, Siria e Hezbollah sono i nemici degli Stati Uniti in Libano

Di Elijah J. Magnier:   @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi  La testimonianza al Congresso degli Stati Uniti di Jeffrey Feltman, ex sottosegretario generale alle Nazioni Unite ed ex ambasciatore in Libano, ha creato un po’ di scompiglio nel Paese dei Cedri anche se lui non ha più una carica ufficiale nell’amministrazione del suo paese. Feltman, che lavora […]

Read More Iran, Russia, Cina, Siria e Hezbollah sono i nemici degli Stati Uniti in Libano

Stati Uniti e Iran in Iraq: i dimostranti, padroni delle strade, chiedono riforme di governo, se no…

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Da circa dieci anni, ogniqualvolta in Iraq sta per formarsi un nuovo governo e quindi bisogna eleggere un presidente del parlamento, un presidente della repubblica e un primo ministro, gli inviati degli Stati Uniti e dell’Iran si danno un gran daffare per riuscire a influenzare queste elezioni […]

Read More Stati Uniti e Iran in Iraq: i dimostranti, padroni delle strade, chiedono riforme di governo, se no…

I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 4/4

Da Beirut, Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi  Quando il segretario di stato americano Mike Pompeo dice: “ gli iracheni e i libanesi rivogliono indietro il loro paese, stanno scoprendo che quello che il regime iraniano esporta più di qualunque altra cosa è la corruzione”, accusa in modo diretto i governi dei due […]

Read More I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 4/4

I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 3/4

Da Beirut, Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  I dimostranti in Libano sono scesi in strada (per la prima volta dal 1945, anno dell’indipendenza del paese) accusando di corruzione tutti i leaders politici attualmente al potere. Non erano solo libanesi: molti tra i rifugiati siriani, che in totale sono più di un milione […]

Read More I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 3/4

I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 2/4

Da Beirut, Elijah J. Magnier:  @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Nel 1975 in Libano iniziava una guerra civile violenta e devastante che sarebbe durata 15 anni. Il contesto in cui avveniva era caratterizzato dal tentativo di eliminare e rimuovere dal paese l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) comandata da Yasser Arafat. La presenza dei […]

Read More I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 2/4

I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 1/4

Da Beirut, Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi   Gli Stati Uniti d’America, Israele e l’Arabia Saudita non ne possono più dell’Iran e dei suoi alleati in Medio Oriente. Nonostante abbiano fatto la guerra alla Siria e a Hezbollah in Libano, abbiano spinto il governo iracheno a sciogliere Hashd al-Shaabi, abbiano tentato di […]

Read More I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 1/4

Libano: per i manifestanti questa settimana sarà diversa da quella passata

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi Dopo circa due settimane di manifestazioni spontanee diffuse in tutto il paese, donatori anonimi hanno investito una ingente somma di denaro  per fornire cibo, bevande e altre cose necessarie ai manifestanti affinché possano restare in strada fino alla “ caduta del sistema politico, del governo e […]

Read More Libano: per i manifestanti questa settimana sarà diversa da quella passata

L’incontro tra Putin e Erdogan mira ad appianare le divergenze e ad accorciare le distanze tra gli alleati

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai  Tradotto da: Alice Censi Nella prima settimana di ottobre gli Stati Uniti informavano la Turchia e la Russia della loro intenzione di ritirarsi dal nord-est della Siria (NES). Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan a quel punto metteva in atto un piano, pronto in realtà da più di un anno, […]

Read More L’incontro tra Putin e Erdogan mira ad appianare le divergenze e ad accorciare le distanze tra gli alleati

L’attacco turco ai curdi in Siria: vincitori e vinti Parte 3/3

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai  Tradotto da: Alice Censi Gli Stati Uniti d’America, vincitori della Seconda Guerra Mondiale, emersero dal conflitto come la nazione più forte e più ricca del mondo. Gli altri alleati, in particolare l’Unione Sovietica, anche se vincitori, ne uscirono invece decisamente indeboliti. Dovevano ricostruire i loro paesi e ristrutturare la loro […]

Read More L’attacco turco ai curdi in Siria: vincitori e vinti Parte 3/3