L’Iran darà l’addio a Vienna alla fine del mese se Biden non revoca tutte le sanzioni

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Tutte le delegazioni che partecipano ai negoziati hanno fatto ritorno nelle loro rispettive capitali dopo l’ultimo giro (il terzo) di consultazioni a Vienna e l’ottimismo traspare dalle dichiarazioni dei loro portavoce. Il vice-ministro degli esteri iraniano Abbas Araghchi ha diffuso informazioni, positive, in merito ad una probabile  revoca delle […]

Read More L’Iran darà l’addio a Vienna alla fine del mese se Biden non revoca tutte le sanzioni

Perché Zarif attribuisce a Soleimani la colpa dell’insuccesso del governo

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  La diffusione di una  intervista durata tre ore  fatta dall’economista e consigliere presidenziale iraniano Saeed Laylaz al ministro degli esteri  Javad Zarif ha sollevato un putiferio in Iran e all’estero. La reazione al colloquio tra i due, avvenuto nel marzo scorso e la cui registrazione  avrebbe dovuto rimanere negli archivi del ministero […]

Read More Perché Zarif attribuisce a Soleimani la colpa dell’insuccesso del governo

Il riavvicinamento tra Iran e Arabia Saudita: cosa ne pensano gli Stati Uniti?

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  In seguito al primo incontro tra le delegazioni dell’Iran e dell’Arabia Saudita che si è svolto a Baghdad il 9 aprile, entrambe le parti hanno stabilito di riprendere i colloqui alla fine di questa settimana, sempre nella capitale irachena. Dopo la prima riunione e dopo essersi scambiate le […]

Read More Il riavvicinamento tra Iran e Arabia Saudita: cosa ne pensano gli Stati Uniti?

La Siria ha lanciato un missile in direzione di Israele: è la resa dei conti?

Di Elijah J.Magnier  Tradotto da A.C.  Nella notte tra mercoledì e giovedì un missile è stato lanciato dal sistema di difesa antiaerea siriano, posizionato nei pressi della capitale, mentre gli aerei israeliani, partiti dalle alture occupate del Golan, bombardavano postazioni dell’esercito di Damasco. Il missile cadeva a una trentina di chilometri dal reattore nucleare israeliano ( la […]

Read More La Siria ha lanciato un missile in direzione di Israele: è la resa dei conti?

Iran e Arabia Saudita: è tempo di appianare le divergenze

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Il primo incontro ufficiale tra l’Iran e l’Arabia Saudita si è tenuto il 9 di aprile a Baghdad in seguito alla mediazione del primo ministro iracheno Mustafa al-Khadimi. La delegazione saudita, guidata dal capo dei servizi  di sicurezza, Khalid Bin Ali al-Humaidan, era composta da sei consiglieri e funzionari. […]

Read More Iran e Arabia Saudita: è tempo di appianare le divergenze

A Vienna l’Iran mette in imbarazzo Netanyahu e l’Occidente con le spalle al muro

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  A Vienna, durante i negoziati con i firmatari (Russia, Cina, Francia, Gran Bretagna e Germania)  dell’accordo sul nucleare, la Repubblica Islamica si è comportata come uno squalo dai denti affilatissimi lasciando ai negoziatori ben poche scelte. L’Iran ha dimostrato quanto sia complessa e  inflessibile la sua posizione nei confronti del paese […]

Read More A Vienna l’Iran mette in imbarazzo Netanyahu e l’Occidente con le spalle al muro

Israele alla disperata ricerca della guerra: l’Iran accelera sul programma nucleare

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  E’ evidente che i recenti attacchi di Israele contro obbiettivi iraniani sono  finalizzati a dare lustro al primo ministro Benjamin Netanyahu in un momento per lui particolarmente critico. Israele ha enormi difficoltà a formare un governo dopo ben quattro tentativi tutti falliti. Inoltre Tel Aviv non perde occasione di […]

Read More Israele alla disperata ricerca della guerra: l’Iran accelera sul programma nucleare

L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 5 &6

Dall’Iraq, Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  La risposta dell’Iran ai piani espansionistici degli Stati Uniti in Medio Oriente è stata quella di intensificare il suo sostegno al governo siriano  (considerato un alleato strategico), a Hashd al-Shaabi in Iraq, agli Houthi in Yemen, a Hezbollah in Libano e ai palestinesi di Gaza. Gli Stati Uniti hanno […]

Read More L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 5 &6

L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 4/6

Dall’Iraq, Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Agli Stati Uniti restano due opzioni per decidere la loro politica nei confronti dell’Iran. La prima è quella di mantenere le dure sanzioni imposte da Donald Trump mettendo in conto che l’Iran raggiungerebbe in breve tempo le capacità nucleari militari e, in parallelo, potenzierebbe senza limiti di sorta […]

Read More L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 4/6

L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 3/6

Dall’Iraq, Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Gli incontri tra Stati Uniti e Iran, diretti o indiretti, non sono una novità e potrebbero esserci in futuro malgrado la presa di posizione del Grande Ayatollah Sayyed Ali Khamenei che, secondo quanto dichiara pubblicamente, sembra escluderli. Sayyed Ali Khamenei è stato il presidente dell’Iran dal 1981 al 1989. […]

Read More L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 3/6

L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 2/6

Dall’Iraq, Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  L’Iraq non è l’unico teatro in cui si scontrano gli Stati Uniti e l’Iran. Un’altra arena è la Siria, un paese in cui le due parti avranno difficoltà a trovare un terreno comune. Le truppe americane occupano il nordest della Siria per impedire la ripresa dell’economia del paese […]

Read More L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 2/6

L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 1/6

Dall’Iraq, Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  In seguito all’assassinio del brigadier generale Qassem Soleimani, capo della brigata Quds (Gerusalemme) del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Iraniana, la guida suprema Sayyed Ali Khamenei aveva promesso davanti al mondo, ma soprattutto per i suoi alleati, che il prezzo che gli Stati Uniti avrebbero dovuto pagare per […]

Read More L’Iran rifiuta l’operazione di “chirurgia estetica” americano-irachena ma lascia aperto uno spiraglio per la collaborazione con gli Stati Uniti 1/6

Il Libano sull’orlo dell’abisso

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Non ha particolarmente stupito la notizia che il presidente israeliano Reuven Rivlin e il capo di stato maggiore delle forze armate Aviv Kochavi abbiano bussato alle porte dell’Eliseo (la residenza del presidente francese) per esprimere le loro critiche nei confronti di Hezbollah e ovviamente anche dell’Iran. Indubbiamente Israele non sarà […]

Read More Il Libano sull’orlo dell’abisso

Israele colpisce l’Iran ovunque. Teheran reagirà?

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Negli ultimi anni Israele ha preso di mira almeno dodici petroliere e navi iraniane, tra cui alcune che trasportavano petrolio in Siria, le ha danneggiate senza però riuscire ad impedire, nella maggior parte dei casi, che continuassero la navigazione e portassero il carico a destinazione. Cosa sta cercando […]

Read More Israele colpisce l’Iran ovunque. Teheran reagirà?

La Gran Bretagna, in appoggio a Israele, spera di stringere il cerchio intorno a Hezbollah

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Quando nel 2011 scoppiò la guerra in Siria, l’Occidente,  direttamente coinvolto nel conflitto insieme ai paesi del Golfo e alla Turchia, era convinto che il presidente Bashar al-Assad non sarebbe rimasto a lungo al potere e nel giro di pochi mesi o al massimo di un anno o due sarebbe […]

Read More La Gran Bretagna, in appoggio a Israele, spera di stringere il cerchio intorno a Hezbollah

I messaggi di Sistani agli Stati Uniti, al Vaticano e alla Palestina dopo la visita del Papa in Iraq.

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Due anni fa, ad Abu Dhabi,  Papa Francesco firmava, insieme al Grande Imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyeb, un  documento storico, il “Documento sulla Fratellanza Umana per la Pace Mondiale e la Convivenza Comune”. Sua Santità, il Papa, avrebbe voluto firmarne uno simile con uno dei più illustri rappresentanti della comunità sciita […]

Read More I messaggi di Sistani agli Stati Uniti, al Vaticano e alla Palestina dopo la visita del Papa in Iraq.

Perché gli Stati Uniti rivelano i dettagli dell’attacco iraniano alla base di Ayn al-Assad un anno dopo?

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Il generale Frank McKenzie, comandante del CENTCOM (il Comando Centrale degli Stati Uniti), ha rivelato quanto siano stati precisi i missili balistici (la cui testata aveva un peso di oltre 1000 libbre) lanciati  più di un anno fa dall’Iran durante l’azione di risposta all’assassinio senza legittimità del generale Qassem Soleimani. […]

Read More Perché gli Stati Uniti rivelano i dettagli dell’attacco iraniano alla base di Ayn al-Assad un anno dopo?

Medio Oriente: Un Nuovo Conflitto Turco-Iraniano?

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C. Uno scambio di aspre critiche e di messaggi dai toni accesi ha spinto Ankara e Teheran a richiamare i loro ambasciatori.  La lotta tra l’Iran e la Turchia per l’influenza nella regione mediorientale potrà sfociare in uno scontro aperto? E la nuova amministrazione americana avrà dei vantaggi da questo […]

Read More Medio Oriente: Un Nuovo Conflitto Turco-Iraniano?

Il messaggio di Biden all’Iran in Iraq e Siria: il campo di battaglia è stato inaugurato.

Di Elijah J. Magnier:  Tradotto da: A. C. Gli F-15 dell’areonautica statunitense su ordine del presidente Joe Biden hanno sferrato un attacco nella zona di confine tra Siria e Iraq che ha preso di mira una serie di strutture delle forze di sicurezza irachene, Hashd al-Shaabi (le Forze di Mobilitazione Popolare, PMF). E’ la prima azione militare […]

Read More Il messaggio di Biden all’Iran in Iraq e Siria: il campo di battaglia è stato inaugurato.

Le scelte dei curdi: “ nessun amico tranne le montagne… e di sicuro non Israele”

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Nella storia moderna molti stati hanno usato i curdi (che mantengono la stessa lingua e relazioni transfrontaliere con le altre tribù della loro etnia in Iran, Iraq, Siria e Turchia) come un’arma contro alcuni paesi mediorientali a seconda del momento. Continua ad essere così soprattutto dopo l’invasione americana […]

Read More Le scelte dei curdi: “ nessun amico tranne le montagne… e di sicuro non Israele”

La Siria non è nella lista delle priorità di Biden

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Molto difficilmente il presidente Biden metterà la Siria nella lista delle sue priorità per la semplice ragione che nessuna delle soluzioni che si prospettano finora si sposa con gli interessi degli Stati Uniti. Quindi si prevede (perlomeno nel primo anno di questa nuova amministrazione) che le truppe americane […]

Read More La Siria non è nella lista delle priorità di Biden

Perché gli Stati Uniti ritengono che il ruolo e il comportamento dell’Iran in Medio Oriente siano nocivi e pericolosi

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  Gli Stati Uniti e in generale gli analisti occidentali accusano l’Iran di avere un  ruolo maligno e un comportamento pericoloso in Medio Oriente. Queste accuse si riferiscono all’appoggio che dà ad organizzazioni e paesi come Gaza, il Libano, la Siria, l’Iraq e lo Yemen. E non solo, gli imputano anche di avere […]

Read More Perché gli Stati Uniti ritengono che il ruolo e il comportamento dell’Iran in Medio Oriente siano nocivi e pericolosi

L’accordo sul nucleare del 2015 non sembra più essere un valido riferimento per l’Iran

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  L’accordo sul nucleare firmato nel 2015 dall’allora presidente  Barack Obama sembra non sia più considerato un accordo utile per l’Iran e indubbiamente viene valutato come un’intesa carente  dagli Stati Uniti. Prima di revocare le sanzioni imposte all’Iran da tutti i presidenti americani a partire dal 1979, Washington e i firmatari […]

Read More L’accordo sul nucleare del 2015 non sembra più essere un valido riferimento per l’Iran

Sarebbero pronti gli Stati Uniti a fare marcia indietro e a tornare all’accordo sul nucleare con l’Iran?

Di Elijah J. Magnier  Tradotto da A.C.  L’amministrazione americana ha intensificato i contatti con i suoi alleati in Medio Oriente per cercare di abbassare la tensione creata da Donald Trump nelle ultime settimane del suo mandato presidenziale. Messaggi indiretti, inoltrati dal Kuwait, dall’Oman, dal Qatar e ultimamente anche dall’Iraq hanno infatti comunicato all’Iran l’intenzione degli […]

Read More Sarebbero pronti gli Stati Uniti a fare marcia indietro e a tornare all’accordo sul nucleare con l’Iran?

La Russia chiude un occhio sui bombardamenti israeliani in Siria?

Di Elijah J.Magnier  Tradotto da A.C.  Il capo di stato maggiore israeliano Aviv Kochavi ha detto di recente: “Israele ha effettuato 500 incursioni aeree in Siria nel 2020”. E nel 2019 il suo predecessore, il generale Ghadi Eisenkot  ha dichiarato: “Israele ha lanciatomigliaia di attacchi contro obbiettivi iraniani in Siria negli ultimi anni”. Se dovessimo prendere seriamente questi numeri, […]

Read More La Russia chiude un occhio sui bombardamenti israeliani in Siria?