La politica irachena in una tempesta, verso l’instabilità e il caos

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Elijah J. Magnier Dopo la nomina di Adnan al-Zarfi (Zurufi o Zurfi) come nuovo primo ministro da parte del presidente iracheno Barham Saleh, l’Iraq è entrato in una fase critica.  Il blocco sciita è diviso. I trenta giorni concessi ad al-Zarfi per nominare il suo gabinetto porteranno o a […]

Read More La politica irachena in una tempesta, verso l’instabilità e il caos
Advertisements

La battaglia di Idlib è tutt’altro che finita.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  L’apertura della strada che va da Saraqeb a Latakia, la M4, è prevista per domenica 15 marzo, una data fissata nel memorandum d’intesa siglato a Mosca dai presidenti Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan dopo la battaglia di Saraqeb. Soldati russi e turchi dovranno sorvegliare e […]

Read More La battaglia di Idlib è tutt’altro che finita.

Hezbollah impara a Idlib: Israele prepara un attacco?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi  Per la prima volta dal 1985, l’anno in cui ha dichiarato ufficialmente la sua esistenza, l’organizzazione libanese Hezbollah si è scontrata sul campo di battaglia con l’esercito turco, uno degli eserciti più forti tra quelli della NATO. Il faccia a faccia tra Hezbollah e i militari […]

Read More Hezbollah impara a Idlib: Israele prepara un attacco?

Putin dà una mano a Erdogan a scendere dal pero con un accordo per il cessate il fuoco.

Di Elijah J. Magnier:  @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Il presidente Vladimir Putin ha acconsentito a incontrare il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan, venuto a Mosca per riuscire a concordare un cessate il fuoco che, passato l’impeto iniziale della battaglia, non avrebbe mai potuto annunciare in modo unilaterale. Migliaia di soldati turchi sono stati […]

Read More Putin dà una mano a Erdogan a scendere dal pero con un accordo per il cessate il fuoco.

L’incontro tra Putin e Erdogan: prevista una tempesta su Idlib, la “madre di tutte le battaglie”.

Lo scontro tra Turchia e Siria è la battaglia dei curdi ad Ayn al-Arab, Kobane  Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Il presidente turco Recep Tayyib Erdogan aveva già deciso di attaccare la Russia, l’Iran e la Siria nel momento in cui mandava il suo esercito a Idlib e bombardava gli alleati […]

Read More L’incontro tra Putin e Erdogan: prevista una tempesta su Idlib, la “madre di tutte le battaglie”.

Mohammad Allawi non è più primo ministro e le prospettive di eleggerne un altro non sono rosee.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Il mandato del primo ministro dell’Iraq Mohammad Allawi è cessato a causa della mancanza del quorum in parlamento. La scelta del nuovo gabinetto, una gestione infelice dei rapporti con i vari partiti politici e il suo atteggiamento di sufficienza soprattutto verso i sunniti e i curdi […]

Read More Mohammad Allawi non è più primo ministro e le prospettive di eleggerne un altro non sono rosee.

Erdogan: Idlib è mia

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai  Tradotto da Alice Censi  Importanti sviluppi hanno avuto luogo in Siria venerdì scorso. Il giorno prima, giovedì, un attacco aereo russo a un convoglio turco a Idlib, nel nord-ovest della Siria, causava la morte di 36 militari turchi. In risposta la Turchia lanciava un micidiale attacco di droni durato parecchie […]

Read More Erdogan: Idlib è mia

Israele bombarda la Siria : per quanto tempo ancora potrà andare avanti così?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Il presidente siriano Bashar al-Assad e la Russia ritengono che la guerra al terrorismo abbia la priorità su qualunque provocazione messa in atto da Israele. Russia e Siria cercano necessariamente di evitare una “battaglia tra le guerre”, un’espressione usata da Israele per definire le sue sortite […]

Read More Israele bombarda la Siria : per quanto tempo ancora potrà andare avanti così?

Possibili scenari di guerra tra Israele e Hezbollah

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Malgrado il crescente potere dell’ “Asse della Resistenza”, i suoi missili di precisione e l’impareggiabile esperienza bellica  accumulata, il rischio che si verifichi un conflitto persiste. L’ “Asse della Resistenza” aumenta i suoi preparativi in base alla possibilità che Israele, non sopportando la presenza di questa seria […]

Read More Possibili scenari di guerra tra Israele e Hezbollah

Anche sotto sanzioni l’Iran finanzia i suoi alleati nella regione: un’imprudenza?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  In un momento in cui l’Iran è costretto ad affrontare le pesanti conseguenze della politica della “ massima pressione” intrapresa dagli Stati Uniti, molti, all’interno del paese,   sollevano dubbi sull’opportunità di continuare a finanziare gli  alleati in Medio Oriente. Questi alleati sono in Afghanistan come in Yemen, Iraq, […]

Read More Anche sotto sanzioni l’Iran finanzia i suoi alleati nella regione: un’imprudenza?

In che condizioni si trova oggi l’ “Asse della Resistenza”? Qassem Soleimani ottiene molto più da martire che da generale maggiore

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi  Sono passati più di quaranta giorni da quando un drone statunitense ha ucciso il Generale Maggiore Qassem Soleimani, capo della brigata Gerusalemme dell’IRGC (Corpo delle Guardie della Rivoluzione Iraniana) nonché dell’ “Asse della Resistenza”. Veniva infatti assassinato la notte tra il 2 e il 3 gennaio all’aeroporto […]

Read More In che condizioni si trova oggi l’ “Asse della Resistenza”? Qassem Soleimani ottiene molto più da martire che da generale maggiore

La Siria impone gli accordi di Astana con la forza mentre sale la tensione tra Turchia e Russia

Da Aleppo,  Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  E’ dal 2012 che l’autostrada M5 che collega Damasco ad Aleppo è sotto il controllo dei gruppi jihadisti. L’esercito siriano l’ha appena liberata, riconquistando 140 città, villaggi e colline strategiche. La Turchia con gli Uzbeki, gli Uiguri e Hayat Tahrir al-Sham (ex al-Nusra) non è riuscita […]

Read More La Siria impone gli accordi di Astana con la forza mentre sale la tensione tra Turchia e Russia

Come l’Iran ha deciso di bombardare le basi degli Stati Uniti e poi Trump ha evitato la guerra

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Il 3 gennaio, dopo mezzanotte, arrivava all’ambasciata iraniana di Baghdad la notizia dell’assassinio del maggior generale Qassem Soleimani, del brigadier generale Hussein Pour Jaafari, del colonnello Shahroud Muzaffari Nia, del maggiore Hadi Tameri e del capitano Wahid Zamaniam. Funzionari dell’ambasciata erano in contatto con il gruppo ma  improvvisamente […]

Read More Come l’Iran ha deciso di bombardare le basi degli Stati Uniti e poi Trump ha evitato la guerra

Perché Abdel Mahdi ha dovuto andarsene: gli Stati Uniti, l’Iran e il Marjaiya hanno fatto molti errori.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai     Tradotto da Alice Censi  Il primo ministro iracheno Adel Abdel Mahdi, democraticamente eletto, è uscito di scena. Duecentoquarantuno membri del parlamento hanno votato a favore delle sue dimissioni, in seguito alla richiesta del Marjaiya di Najaf, il Grande Ayatollah Sayyed Ali Sistani, mettendo fine così al suo mandato molto prima […]

Read More Perché Abdel Mahdi ha dovuto andarsene: gli Stati Uniti, l’Iran e il Marjaiya hanno fatto molti errori.

Il Libano rischia l’esplosione: finora rinviata ma fino a quando?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  L’Europa è preoccupata per la crisi politica che sta investendo  il Libano e per le conseguenze che potrebbero esserci se esplodesse un conflitto nel paese. Anche se gli stati europei, a differenza degli Stati Uniti, non hanno interessi strategici nel Paese dei Cedri, una guerra civile comporterebbe […]

Read More Il Libano rischia l’esplosione: finora rinviata ma fino a quando?

Lo scenario peggiore per il Libano: una guerra civile

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da Alice Censi  Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ha fatto presente che le proteste antigovernative in corso in tutto il Libano potrebbero favorire il “ caos, il collasso dello stato e anche una guerra civile”. Quale sarebbe lo scenario che potrebbe portare ad una guerra civile? […]

Read More Lo scenario peggiore per il Libano: una guerra civile

I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 4/4

Da Beirut, Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi  Quando il segretario di stato americano Mike Pompeo dice: “ gli iracheni e i libanesi rivogliono indietro il loro paese, stanno scoprendo che quello che il regime iraniano esporta più di qualunque altra cosa è la corruzione”, accusa in modo diretto i governi dei due […]

Read More I dimostranti in Libano e in Iraq: Stati Uniti, Israele e Arabia Saudita stufi dell’Iran 4/4

Un accordo segreto tra Stati Uniti e Iran sui rifornimenti di petrolio alla Siria

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi E’ stato stipulato un accordo segreto tra Stati Uniti e Iran, tramite terzi, per permettere alla superpetroliera Adrian Darya 1 ( precedentemente chiamata Grace1) di consegnare i suoi 2,1 milioni di barili di petrolio al governo siriano. Alcune petroliere più piccole per cinque giorni hanno scaricato […]

Read More Un accordo segreto tra Stati Uniti e Iran sui rifornimenti di petrolio alla Siria

Le insidie alla strategia della deterrenza israeliana : Hezbollah si prepara ad abbattere un drone.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi Hezbollah si sta preparando ad abbattere un drone israeliano nei prossimi giorni lasciando ai politici israeliani e ai mezzi di informazione il tempo per criticare e aumentare i loro attacchi al primo ministro Benyamin Netanyahu accusato di aver minato la strategia della deterrenza, vitale per Israele, […]

Read More Le insidie alla strategia della deterrenza israeliana : Hezbollah si prepara ad abbattere un drone.

La strategia di risposta di Hezbollah e’ dovuta alla sfortuna di Netanyahu.

Di Elijah J. Magnier       @ejmalrai  Tradotto da: Alice Censi In Medio Oriente la “battaglia tra le guerre” avvenuta nell’ultima settimana di agosto tra Israele e Hezbollah e’ stata osservata da diverse e contraddittorie angolazioni. Molti avrebbero voluto vedere scorrere il sangue israeliano e quindi si auguravano la morte di numerosi soldati dell’IDF, altri invece hanno criticato […]

Read More La strategia di risposta di Hezbollah e’ dovuta alla sfortuna di Netanyahu.

Israele nasconde i suoi soldati e Hezbollah, senza sparare nemmeno un colpo, sta già vincendo.

Di Elijah J.Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi L’esercito israeliano ha nascosto molto bene i suoi soldati lungo il confine con il Libano. Hezbollah e’ riuscito così a sconfiggere l’IDF senza nemmeno sparare un colpo; l’ha obbligato a dileguarsi e a lasciare dei fantocci all’interno dei veicoli militari. Israele ha agito in questo modo per […]

Read More Israele nasconde i suoi soldati e Hezbollah, senza sparare nemmeno un colpo, sta già vincendo.

Hezbollah risponderà a Israele : quando? come? E a che prezzo?

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi L’Intera “Asse della Resistenza” è stata informata dell’intenzione di Hezbollah di rispondere a Israele a breve e fonti all’interno della sua dirigenza l’hanno confermato. Gli uffici più importanti della sua leadership sono stati svuotati e i raduni di forze vengono evitati, è stato infatti dichiarato uno […]

Read More Hezbollah risponderà a Israele : quando? come? E a che prezzo?

Perché Netanyahu si azzarda a colpire il “cortile di casa” dell’Iran in Iraq, Siria e Libano : Israele accetta la sfida di Hezbollah.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai La scorsa settimana, in Iraq e in Libano, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha fatto saltare tutte le Regole d’Ingaggio (ROE) in vigore mostrando di essere pronto alla guerra e addirittura intenzionato a scatenarla. Per la prima volta dopo il 2006 i suoi droni hanno violato le vecchie regole d’ingaggio: […]

Read More Perché Netanyahu si azzarda a colpire il “cortile di casa” dell’Iran in Iraq, Siria e Libano : Israele accetta la sfida di Hezbollah.

Chi c’è dietro le esplosioni dei depositi di armi e munizioni in Iraq? L’Iran nel mirino.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi Martedì scorso c’è stata un’esplosione in un deposito di munizioni usato dalle forze di sicurezza irachene che operano con le Forze di Mobilitazione Popolare (PMF); l’incidente è avvenuto non lontano dalla base aerea americana di Balad, nella provincia di Salahuddin, 64 km a nord di Baghdad. Più […]

Read More Chi c’è dietro le esplosioni dei depositi di armi e munizioni in Iraq? L’Iran nel mirino.

L’atteggiamento di sfida di al-Golani nei confronti della Turchia fa sì che il governo siriano riprenda il controllo di Khan Sheikhoun.

Di Elijah J. Magnier: @ejmalrai Tradotto da: Alice Censi Nella prima settimana di questo mese l’ex comandante dell’ISIS e oggi capo di Hay’at Tahrir al-Sham ( prima denominata Jabhat al-Nusra) Abu Mohammad al-Golani, ha tenuto una conferenza stampa nella città occupata di Idlib, nel nord della Siria. In questa occasione dichiarava di non essere preoccupato per […]

Read More L’atteggiamento di sfida di al-Golani nei confronti della Turchia fa sì che il governo siriano riprenda il controllo di Khan Sheikhoun.